Marco Bianchi e i suoi Magnifici 20

diapositiva11.jpg I_Magnifici_20Non ho mai avuto il piacere di conoscere Marco Bianchi, ma desidero parlarne, per ringraziarlo di ciò che fa e che attraverso i suoi libri mi ha trasferito. E’ un ricercatore che studia i meccanismi molecolari che portano una cellula sana ad ammalarsi, lavora per l’Istituto di Oncologia Molecolare di Milano. Ha scritto due libri che bisogna leggere se si ama il cibo e la propria salute, si chiamano I Magnifici 20 il primo e Le ricette dei Magnifici 20 il secondo. E’ utilissimo per capire che bastano poche conoscenze per stare bene, il 35% dei tumori è legato a sostanze nocive che mangiamo (e solo il 2% allo smog, chi di voi lo sapeva?), ma con l’attività fisica e facendo la spesa in modo intelligente possiamo evitare che l’ignoranza ci provochi grossi danni. Lo fa in modo pratico, perchè è uno scienziato ma ama anche cucinare, quindi ai prodotti unisce le ricette, e i vini, e i consigli dello chef. Ho imparato che il cioccolato fondente aiuta a combattere la carie, che i capperi proteggono le mie cellule, che le noci mi fanno dormire meglio, che se aggiungo miele al mio tè verde aumento le mie capacità di combattere i radicali liberi, e che per fare tutto questo posso mangiare carpaccio di finocchi con tonno e germogli di rucola, cannellini ai tre pomodori, pizzoccheri di peperoni, strudel di mela, pinoli, mandorle e cannella e così via. Insomma, bello. Grazie Marco, stasera cucino l’insalata di carciofi con il parmigiano reggiano e lo sgombro scottato.